Blog

Vi sveliamo un segreto: l’impasto delle nostre pizze

Vi sveliamo un segreto: l’impasto delle nostre pizze

  • 23/02/2017

La bontà di una pizza dipende sicuramente dalla qualità dei prodotti della farcitura e dall’abilità del pizzaiolo nella stesura della pizza e nella cottura, ma l’elemento distintivo, quello che costituisce un vero e proprio salto di qualità, riguarda l’impasto e la sua maturazione.

Un buon impasto ed una lenta lievitazione sono fondamentali per rendere le pizze più leggere, buone, croccanti e assolutamente digeribili rispetto alle procedure che prevedono maturazioni velocissime per ottimizzare i tempi di produzione.

E’ proprio la cattiva abitudine di lasciare a maturare l’impasto per un tempo insufficiente a rendere spesso le pizze indigeste e causa di una sensazione di sete e di gonfiore addominale.

Inoltre, sempre più spesso capita di mangiare delle pizze preparate con farine troppo ricche di proteine, glutine, amido resistente, con additivi e stabilizzanti. La somma di una lievitazione troppo rapida, l’uso di farine non idonee e la cottura ad alte temperature sono causa della cosiddetta “reazione di Maillard”, con la conseguenza di un affaticamento dell’intestino: le parti della pizza che non vengono digerite nel tenue transitano nel colon, dove vengono “mangiate” da miliardi di batteri con produzione di gas (meteorismo), comparsa di disturbi quali diarrea, sindrome del colon irritabile, ed un richiamo di acqua dal sangue all’interno dell’intestino, con comparsa durante la notte di una sensazione prolungata di sete.

Proprio per evitare queste sgradevoli sensazioni, oltre che per rendere la pizza un vero e proprio piacere che sublima il palato e le papille gustative, il nostro impasto è costituito da elementi semplici, genuini e di altissima qualità: utilizziamo il nostro lievito madre, una miscela di farine selezionate, acqua naturale, sale fino ed olio extra vergine d’oliva.

Ma il vero segreto del nostro impasto è la sua doppia lievitazione naturale: è un processo lento, che va dalle 36 alle 48 ore, durante il quale viene lasciato a riposo a temperatura controllata prima di venire lavorato. In questo modo le proteine e gli zuccheri complessi presenti nella pasta vengono già parzialmente scomposte durante la maturazione, rendendo la pizza leggera, estremamente digeribile e con un profumo intenso e gradevole.

Il risultato di tanta meticolosità e di tanta attesa è ciò che sforniamo ogni giorno per i nostri clienti: una pizza eccezionale, buona e digeribile.

Contatti e Recapiti